archivio | Pianoforte a coda Feed RSS per l'archivio

Come riconoscere la tastiera in avorio del pianoforte

5 ottobre 2010

2 commenti

Come precedentemente detto l’avorio è stata la prima soluzione di copertura dei tasti del pianoforte, tutt’ora sicuramente la migliore. I tasti in avorio son composti da due palcchette separate: La prima lunga e stretta arriva fino all’inizio del tasto nero, la seconda più corta e larga è la parte che vien a  contatto con il […]

Continua a leggere...

Produttori di pianoforti: Storia del Bechstein -parte terza-

24 settembre 2010

0 commenti

Continua a leggere...

Produttori di pianoforti: Storia del Bechstein -parte seconda –

21 settembre 2010

0 commenti

Produttori di pianoforti: Storia del Bechstein 21 settembre 2010 di Francesco | Modifica La celeberrima fabbrica di pianoforti C.Bechstein è stata fondata da Carl Bechstein il 1° ottobre 1853 a Berlino. Grazie al livello qualitativo superbo e all’unanime riconoscimento da parte di artisti del calibro di Franz Liszt e Hans von Bülow, già dal 1870 i […]

Continua a leggere...

Produttori di pianoforti: Storia del Bechstein

21 settembre 2010

0 commenti

La celeberrima fabbrica di pianoforti C.Bechstein è stata fondata da Carl Bechstein il 1° ottobre 1853 a Berlino. Grazie al livello qualitativo superbo e all’unanime riconoscimento da parte di artisti del calibro di Franz Liszt e Hans von Bülow, già dal 1870 i pianoforti Bechstein divennero un punto di riferimento nelle sale da concerto e […]

Continua a leggere...

Tastiera d’avorio nel pianoforte, perchè è migliore?

16 settembre 2010

1 Commento

accordatore pianoforteroma pianoforte accordatore roma pianoforte accordatore tecnico accordatore roma roma cinecittà accordatore pianoforte trastevere roma accordatore centro storico accordatore pianoforte romapianoforte accordatore lazio pianoforte accordatore pianoforte a coda roma yamaha pianoforte Fino a metà degli anni 50 era molto frequente trovare nei pianoforti di un certo prestigio la tasitera in avorio, successivamente pur non […]

Continua a leggere...

Hertzapoppin – Collocazione e manutenzione del pianoforte

10 giugno 2010

0 commenti

Il collocamento del pianoforte all’interno dell’abitazione è un passaggio estremamente delicato. Oltre ad un corretto inserimento di carattere estetico è bene valutare con lungimiranza altri fattori che nel tempo potrebbero compromettere lo strumento. Anche se in apparenza si presenta come uno strumento maestoso e massiccio il pianoforte è estremamente delicato in quanto le componenti che […]

Continua a leggere...

Hertzapoppin – Qual è la miglior marca di pianoforte?

25 Maggio 2010

6 commenti

Oltre al semplice voto mi piacerebbe sapere il motivo della preferenza, ad esempio il timbro, la pesatura della meccanica, la corsa breve dell’affondamento… ecc.ecc. proprio per capire perchè al momento dell’acquisto spesso ci si orienta verso modelli che francamente ritengo mediocri.

Continua a leggere...

Hertzapoppin – Manutenzione pianoforte : Tarme

22 Maggio 2010

1 Commento

Altro nemico spesso sottovalutato del pianoforte sono le tarme. Le tarme o camole son degl’insetti infestanti appartenenti alla famiglia dei lepidotteri che si nutrono prevalentemente di lana cotone seta ed altri materiali contenenti la cheratina. La tarma una volta completato il ciclo di sviluppo non causa più danni lo scempio dentro il pianoforte vien unicamente […]

Continua a leggere...

Hertzapoppin – Manutenzione pianoforte : Il tasso d’umidità giusto del pianoforte

16 Maggio 2010

2 commenti

Il pianoforte è uno strumento generalmente (dico generalmente perchè purtroppo sempre più spesso non è così) realizzato con materiali naturali:legno,feltro di lana e pelle di cervo ecc. ecc. tutti materiali vivi e rispondenti a situazioni esterne come umidità, esposizione diretta al sole, temperatua ecc. ecc. Un periodo dell’anno particolarmente critico per il pianoforte è la […]

Continua a leggere...

Intervista a Luigi Borgato.

21 aprile 2010

5 commenti

Un’intervista rilasciata dall’artigiano Luigi Borgato, costruttore i pregiatissimi pianoforte tra cui un modello bizzarro: Il doppio grancoda. un pianoforte a coda con un secondo pianoforte che si suona con i piedi, un pò come avviene per gli organi. Strumento molto interressante e a tiratura limitata, Borgato stesso ha dichiarato di riuscir a  costruire non più […]

Continua a leggere...

Hertzapoppin – nomenclatura pianoforte a coda

21 aprile 2010

3 commenti

Schema completo delle componenti del pianoforte a coda con meccanica a doppio scappamento. Lo sviluppo del pianoforte a partire dalla seconda metà del 1700 si divise in due scuole ben distinte: In Inghilterra la meccanica interna fu resa più pesante e complessa, in Germania, una più leggera e semplice meccanica divenne nota come la meccanica […]

Continua a leggere...

Hertzapoppin – Introduzione alla buona conservazione e manutenzione del pianoforte

16 aprile 2010

3 commenti

Sfortunatamente a causa d’incuria e d’ingnoranza ho visto andare al macero molti pianoforti, anche strumenti di eccellente fattura (Bechstein, Bluthner,Schimmel ecc.ecc.) e questo nella maggiorparte dei casi unicamente per pigrizia o per la mancanta competenza di chi accorda lo strumento in quanto dovrebbe aver il dovere d’informare il cliente di quelle che son le più […]

Continua a leggere...

Hertzapoppin – Come conoscere l’anno di fabbricazione del pianoforte

14 aprile 2010

196 commenti

Bechstein artcase Luigi XIV

Vi siete mai chiesti di che anno sia il vostro pianoforte? Magari avete ricevuto in regalo il vecchio scassone della nonna e avete la cusioristà di conoscere quanti anni ha? Bene il sistema per avere quest’informazione è quello di vedere la matricola del piano, in base a questa nella stragrande meggioranza dei casi è possibile […]

Continua a leggere...