Restauro C.Bechstein 1899: Smontaggio meccanica.

19 luglio 2011

Pianoforte verticale

Dopo un colpo d’occhio generale, una prima generica pulizia dello strumento al suo interno e la sistemazione della tastiera in avorio, inizio ora con la parte più complessa e delicata: lo smontaggio completo della meccanica e il successivo restauro.

La meccanica ha subito un radicale e completo restauro, con la sostituzione del 90% dei pezzi.

Il lavoro è stato estremamente lungo e complesso in quanto tutta la feltratura era stata compromessa dalle tarme.

I lavori svolti sono i seguenti:

-Smontaggio totale della meccaninca: Martelliera, smorzi.

-Sostituzione di tutta la feltratura (Panni vari, panno barramartello, panno scappamento, ecc.ecc.)

-Pulizia e rigenerazione del legno

-Rifacimento di alcuni perni martello

-Ricarica di tutte le molle

-Sostituzione complete dei feltri degli smorzi

-Sostituzione molle a spirale

-Lubrificazione asta degli smorzi.

-Lubrificazione pedale di risonanza

-Lubrificazione completa degli scappamenti

-Lubrificazione cucchiai smorzi

-Disossidazione perni e viti.

Questo è il lavoro lungo e delicato sulla meccanica.

Per quanto riguarda la martellielira, essa meriterà un più ampio discorso successivamente.. così come la registrazione.

……….per chi volesse approfondire qui troverà altre immagini  

 

 

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

restauro totale pianoforte restauratore pianoforte roma meccanica pianoforte restauro roma lazio bechstein roma restauro bretelline roma pianoforte molle nuove sostituire pianoforte accordatore roma lubirficazione pianoforte roma panno martelli pianoforte sostituzione restauro legno pianoforte roma cambiare smorzi smorzatori pianoforte roma molle pianoforte meccanica restauro roma zona cinecittà accordatore roma pianforote sostituire perni martello pianforote roma perni forcola pianoforte lubirficare roma pianoforte rotto riaparare restauratori pianoforte accordatore roma
About these ads
, , , , , , , , , ,

Informazioni su Francesco “Hertzapoppin” Pizzolla

Insegnante e restauratore di pianoforte

Vedi tutti gli articoli di Francesco “Hertzapoppin” Pizzolla

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

11 commenti su “Restauro C.Bechstein 1899: Smontaggio meccanica.”

  1. marco Dice:

    Complimenti, mi piace i tuo nuovo blog :) a proposito ne approfitto per chiderti aiuto, iscriviti e aiuta insieme a me greenpeace :)
    http://www.vwdarkside.com/it/jedi/marco-lucera-239937

    Rispondi

  2. saveriosalerno Dice:

    Bellissimo intervento tecnico!!!
    Grazie per le foto,solo così si passa dalla teoria alla pratica”virtuale”…
    Salutissimi!!
    saverio

    Rispondi

    • Francesco Dice:

      Grazie… come ti sembra il pianoforte?
      Hai mai potuto provare un Bechstein?

      Rispondi

      • saveriosalerno Dice:

        Mio figlio Christian,l’ha suonato la primavera scorsa,in un noto hotel di Stresa,era un pf a coda non ricordo la lunghezza nè il numero seriale,ma ricordo il dolce suono…
        Un GRANDE PIANOFORTE…
        Ciaooo
        saverio

      • Francesco Dice:

        Ciao Saverio, in effetti i pianoforti Bechstein sono tra i miei preferiti, sono in possesso di un verticale che per l’epoca ( 1901) ha delle particolarità meccaniche che lo rendono attualmente uno strumento di prim’ordine.
        Possiede una meccanica con una specie di “doppio scappamento” o meglio, un tirantino di richiamo dello scappamento e una serie di smorzi supplementari alle corde dei bassi.
        Pianoforti moderni si sognano queste perle!!

  3. saverio Dice:

    Caro Francesco,come si progetta un pianoforte? da dove si inizia??
    E’ solo una curiosità………..
    GRAZIE Salutissimi
    saverio

    Rispondi

  4. saveriosalerno Dice:

    Caro Francesco,vediamo se hocapito…il tirantino richiamo della leva di scappamento si riferisce al cavalletto? siccome ho una foto di tale cavalletto ho notato anch’io questa particolarità costruttiva,dove anzicchè utilizzare la famosa molla a “V” dove un ramo è la molla di ripetizione,e l’altro è quella del montante di scappamento…si vede,questo tirantino che è inperniato all’estremità della tangente di ripetizione e dall’altra estremità ha un gancio ove si inserisce il cordino del montante di scappamento….è giusto quello che ho scritto???
    GRAZIE FRANCESCO

    saluti
    saverio

    Rispondi

    • Francesco Dice:

      Ciao Saverio… intendevo appunto il mio pianoforte verticale.. appena posso smonto la meccanica e ti faccio la foto.
      Il funzionamento è simile a R2 Kaps ma secondo me migliore perchè non influisce sul tocco in quanto richiama solamente più velocemente lo scappamento senza appesantire con il tocco con la molla di ripetizione che il Kaps possiede.

      Rispondi

  5. saveriosalerno Dice:

    SCUSA Francesco ma ti riferivi al tuo pf verticale BECHSTEIN? perchè se è così io intendevo quello a coda,e comunque ho delle foto anche di questo azionamento…spettacolare..
    Ciaoooooooo………………
    saverio

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 224 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: